sabato 07 luglio 2018 | giovedì 26 luglio 2018 | Clusone

ZACCARIA CREMASCHI... NEL COLORE

Zaccaria Cremaschi, Venezia, cm.80x60 olio su tela

Franca Pezzoli festeggia l'estate con una nuova mostra personale. 

 

La galleria d’arte di Franca Pezzoli di Clusone celebra l’estate con un’esplosione di colori, quella sprigionata dalle opere d’arte di Zaccaria Cremaschi, bergamasco e allievo del maestro Trento Longaretti. 

Sono 20 i dipinti che sabato 7 luglio alle 18 verranno presentati al pubblico sempre più numeroso che da anni segue le esposizioni curate da Franca Pezzoli. 

In mostra 20 esplosioni di colori, solari ma anche freddi, con cromie che sapranno lasciare tutti stupiti, pennellate forti, a volte addirittura materiche e dense di consistenza per permettere di sognare e di entrare nei suoi spazi vitali, dove i cieli sono rosa fucsia e le acque che scorrono sotto i ponti si tingono di rosso e verde. 

I dipinti di Zaccaria Cremaschi raccontano tramonti e atmosfere rarefatte in splendide città d’arte, come Bergamo e Venezia, paesaggi toscani con scorci di boschi e case, mazzi di fiori e nature morte; immagini forse comuni, ma sicuramente mai banali o scontate.

Classe 1949, Zaccaria Cremaschi si forma tra Bergamo e Salisburgo, sotto la prestigiosa guida di Trento Longaretti presso l’Accademia Carrara e con De Luigi nell’Accademia austriaca.

Numerose le mostre allestite sin da giovanissimo, non solo in territorio Italiano, ma anche in  Francia, Svizzera e Germania. Nel 1996, in particolare, è presente a Bergamo alla mostra «Maestri e Artisti - 200 anni dell’Accademia Carrara».

Nel 2013 la personale presso l’Accademia Tadini di Lovere, a cui segue quella in Sala Manzù a cura del Circolo Greppi e quella dello scorso anno presso la Sala della Tinaia del palazzo comunale di Villa di Serio. 

Opere in permanenza ne troviamo, inoltre, al Museo Parisi Valle di Maccagno, provincia di Varese, in Finlandia presso il Museo Pobyanmaan di Vaasa e presso il Museo Tadini di Lovere.

Alcuni suoi dipinti, infine, sono entrati a far parte della collezione della Fondazione Credito Bergamasco.

La carriera di Cremaschi è riconosciuta da numerosi premi: finalista nel 1995 alla prima edizione del Premio Carlo Della Zorza, promosso dalla Galleria Ponterosso di Milano, secondo posto al premio Brambilla nel 1998 e primo premio nel 2001 al concorso di pittura indetto dal Comune di Bagnatica.

 

Informazioni

Evento organizzato da:
Bergamo Avvenimenti

Attendi..