Sabato 14 Settembre 2019 | Suisio

RASSEGNA ORGANISTICA DELL'ISOLA: SIMONE STELLA

La «Rassegna Organistica dell’Isola Bergamasca» continua con Simone Stella a Suisio.

 

In collaborazione con i Comuni, il Seminario P.I.M.E. e le Parrocchie di Sotto il Monte, Suisio, Capriate San Gervasio e Mapello, a settembre torna una nuova edizione della «Rassegna Organistica dell’Isola Bergamasca» organizzata da Promoisola. 

Anche quest’anno il direttore artistico Stefano Bertuletti ha scelto per noi quattro splendide chiese e altrettanti organi per quattro concerti con artisti eccellenti.

Programma
Jan Pieterszoon SWEELINCK (1562-1621) // Ballo del Granduca
Dietrich BUXTEHUDE (1637-1707) // Praeludium in sol minore BuxWV 163
Georg Böhm (1661-1733) // Corale “Vater unser im Himmelreich”
Alessandro MARCELLO (1673-1747) // Concerto in re minore S.Z799 [Allegro] - Adagio - Presto (Trascrizione per tastiera di J.S. Bach, BWV 974)
Georg Friedrich HANDEL (1685-1759) // Musica Sull’acqua, Suite II HWV 349 (Ouverture - Alla Hornpipe - Minuetto - Marcia - Forlane - Bourrée - Giga) (trascr. pe tastiera J. Pittman/Stella)
Johann Sebastian BA CH (1685-1750) // Pastorella in Fa maggiore BWV 590
Wolfgang Amadeus MOZART (1756-1791) 12 Variazioni su “Ah vous dirai-je maman” Kv 265

Simone Stella
Nato a Firenze nel 1981, dopo gli studi di organo con Mariella Mochi e Alessandro Albenga, di clavicembalo con Francesco Cera e corsi di perfezionamento con Ton Koopman, Luigi Ferdinando Tagliavini e Matteo Imbruno, ha intrapreso un brillante carriera concertistica che lo ha portato ad esibirsi principalmente come solista in Italia, Svizzera, Spagna, Paesi Bassi, USA e Brasile, dove ha anche tenuto masterclasses di perfezionamento come docente. Terziario dell’Ordine dei Servi di Santa Maria, dal 2011 Simone Stella è organista titolare presso gli storici organi della Basilica della SS. Annunziata in Firenze.

Organo Giovanni Giudici 1856
Riguardo alla presenza di un organo nella chiesa di S. Andrea, sappiamo, ed questa è la prima notizia certa, che la parrocchia pagò a Carlo Bossi, tra il 1808 e il 1815 la considerevole cifra di Lire 6000. Nulla si sa di questo organo e delle sue caratteristiche tecnicofoniche, né di che cosa rimanga di esso nell’attuale strumento, salvo che fu concordato con il Giudici, alla stipula del contratto per un nuovo strumento di “adoperare tutte quelle canne di Ripieno dell’organo vecchio attuale le quali siano suscettibili di una perfetta intonazione ed accordatura, così pure la facciata dell’organo ora esistente”. Il 21 marzo 1854, viene presentato un progetto per un nuovo strumento affidato, per la sua realizzazione, alla fabbrica d’organi Giudici e C. condotta dal nipote E. Sgritta. La grandiosa opera costò alla Parrocchia 9000 Lire austriache e rappresenta sicuramente uno dei migliori strumenti usciti dalla fabbrica Giudici e Compagno Sgritta.

Scarica la locandina

Informazioni

Evento organizzato da:
Promoisola

Attendi..