«DESIDERA»: LA BELLEZZA DEL TEATRO E DEL TERRITORIO

Conto alla rovescia per la nuova edizione di «deSidera», festival teatrale dedicato alla memoria di Benvenuto Cuminetti, che da dodici anni propone spettacoli nei luoghi più suggestivi della nostra provincia. Un appuntamento fisso e consolidato che nel 2014 accompagnerà le serate estive dei bergamaschi. 

GLI SPETTACOLI IN CALENDARIO

Anche quest’anno il cartellone, che verrà ufficializzato nella conferenza stampa del 21 maggio all’Università di Bergamo, riserva una particolare attenzione alla valorizzazione del territorio. La provincia di Bergamo custodisce infatti preziosi beni culturali e paesaggistici che, grazie anche al festival, per una sera si propongono al pubblico in una veste nuova. Bellezze architettoniche e paesaggistiche ospiteranno gli spettacoli scelti dalla direzione artistica di Gabriele Allevi e Luca Doninelli, confermando la vocazione sacra, umana e riflessiva del festival. Tra questi spiccano alcuni titoli, da segnalare in virtù̀ della qualità della proposta e della caratura degli attori. Partiamo da «Storie del Buon Dio» di R. M. Rilke, con Laura Nardi e Danilo Nigrelli, vincitore de I Teatri del Sacro, in scena a giugno a Treviglio e Bergamo, racconta storie «ai grandi perché le ripetano ai bambini», che, insieme agli artisti, sono coloro che rivelano Dio agli uomini. È infatti solo parlando ai più piccoli che possiamo tentare di cogliere un barlume della luce di Dio. Laura Marinoni, il 29 giugnonella splendida cornice della Chiesa di San Giorgio ad Almenno San Salvatore, darà invece voce, nel ricordo dei cento anni dalla nascita, a Hetty Hillesum, nello spettacolo «Deve trattarsi di autentico amore per la vita». Negli anni ’40, mentre l’Europa sprofondava in una delle sue stagioni più nere e il nazismo sfondava gli argini della disumanità, in Olanda, una giovane studiosa ebrea faceva il percorso inverso. Più si faceva scuro intorno, più in lei cresceva dentro di sé la luce, trovava Dio, l’Amore, fino a condividere spontaneamente il destino del suo popolo dentro il campo di concentramento di Westerbork. Sempre a giugno, a Bergamo, Massimo Popolizio proporrà la riduzione teatrale, a cura di Fabrizio Sinisi, dell’ultimo romanzo, ancora inedito, di Luca Doninelli, «Apologia di Giuda Iscariote». È importante segnalare per quest’anno la collaborazione con Bigio L’oster, ad Altino. Il 21 giugno, infatti, «deSidera» e Bigio omaggeranno il grande cantautore Enzo Jannacci con il concerto-spettacolo «Quando il musicista ride», con Carlo Pastori e un quintetto musicale. Una serata speciale, in cui sarà possibile cenare o anche solo fare un aperitivo. 

DA PINO PETRUZZELLI A MATILDE FACHERIS 

Il 12 luglio, a Mozzo, all’interno del giardino di Villa Dorotina, sarà la volta di Laura Curinoche presenterà «Scintille».L’attrice rievoca la terribile giornata del 25 marzo, in cui, a New York, persero la vita 146 operaie tessili, e lo fa dal punto di vista delle protagoniste, una madre e due figlie, emigrate dall'Italia in cerca di fortuna. Anche quest’anno, dopo il successo dello scorso anno, torna a Bergamo Pino Petruzzelli che ripropone, nella suggestiva piazzetta di Villa d’Ogna il 21 giugno, il suo «Kilometro zero», in cui veste i panni di un «uomo artigiano» che sceglie di ripartire attraverso un diverso modo di intendere il lavoro e la vita. A Villa di Serio il 28 luglio, nel cortile di Villa Carrara, andrà invece in scena «La Voce di Giocasta», con Annig Raimondi, mentre a Mapello «Manalive. Un uomo vivo» di Chesterton, con Laura Aguzzoni e Gianpiero Pizzol. Un giallo senza delitto, ma con un vero processo che tiene viva l’attenzione del pubblico e sorprende come succede nelle migliori pagine di Sherlock Holmes. Eppure sul banco d’accusa non ci sono solo i fatti, ma la loro interpretazione o, meglio ancora, l’interpretazione della vita stessa. Il 20 luglio a Torre de’ Roveri, all’interno dell’azienda vinicola La Tordela, ecco «Fole da Osteria» del Teatro dell’Orsa. La musica accompagnerà le parole indimenticabili dei racconti di Zavattini, Guareschi, Pederiali e Benni, gustati a piccoli sorsi come il buon vino. Non possiamo infine dimenticare lo spettacolo «AUF-Ad usum fabricae» in scena nel Santuario della Cornabusa il 6 settembre e ad Almè il 19 luglio; il ritorno di «Secondo Orfea» con Margherita Antonelli,il 20 giugno, sempre ad Almè; «Giuseppe» con Carlo Rossi a Seriate e Treviglio e «MariaStòrta» con Matilde Facheris, nella splendida cornice del Santuario di S.Maria del Lavello a Calolziocorte, il 5 luglio.

Tutti gli spettacoli, ad eccezione di «Quando il musicista ride», sono ad ingresso gratuito. 

Info: www.teatrodesidera.it 

Scarica il numero completo di maggio!

Attendi..