FESTIVAL DANZA ESTATE 2013

FESTIVAL DANZA ESTATE 2013

Tutto pronto per la nuova edizione del «Festival danza estate», l’appuntamento con la danza contemporanea targato Csc Anymore, in scena al teatro Sociale di Bergamo dal 16 maggio al 27 giugno. Un’edizione speciale quella di quest’anno per festeggiare il compleanno numero venticinque della manifestazione che porta in città il meglio della danza, tra prime nazionali e iniziative collaterali. 


UN TRAGUARDO IMPORTANTE

Dal lontano 1989 al 2013: sono già passati venticinque anni dalla prima edizione del «Festival danza estate», un traguardo importante per la kermesse che di edizione in edizione ha saputo ritagliarsi uno spazio sempre maggiore all’interno della vita culturale bergamasca. Venticinque anni e non sentirli, perché, oggi come allora, l’entusiasmo, l’energia e la passione del Csc Anymore non sono mai mancati e regalano ogni anno a Bergamo e ai bergamaschi l’occasione di conoscere da vicino il mondo della danza. Nato nel 1989 con una programmazione che contava tre spettacoli e che si rivolgeva, per lo più, ad un pubblico ristretto di appassionati, il festival è riuscito ad allargare i propri orizzonti e conquistare un pubblico via via più numeroso e una platea più variegata senza mai perdere di vista l’alta qualità delle perfomance proposte e degli ospiti invitati. Tanti gli artisti di fama nazionale ed internazionale che negli anni sono stati protagonisti della manifestazione: i Kataklò, Simona Atzori, Raffaele Paganini, Mvula Sungani, la SpellBuond dance company, Paco Decina, DaCru, Zerogrammi, il Balletto classico Cosi Stefanescu, solo per citarne alcuni. Nomi noti e già affermati si affiancano e si alternano a giovani promesse del panorama coreutico, in un mix di stili che permettono al pubblico di scoprire un mondo in continua evoluzione. Contact improvisation, neoclassica, teatro gestuale, danza di ricerca e hip hop sperimentale sono solo alcuni dei tasselli, tra generi, sfumature e tecniche, che compongono un quadro sempre più multidisciplinare e multietnico. Un universo che si rinnova e che il «Festival danza estate» esplora nel suo viaggio lungo venticinque anni.

GLI SPETTACOLI DI QUEST’ANNO


Otto serate nella splendida e suggestiva cornice del teatro Sociale, uno spettacolo presso la sede del Csc Anymore, tre prime nazionali e tanti eventi collaterali: ecco il programma della venticinquesima edizione del festival. Si comincia giovedì 16 maggio con «Coppelia», produzione del Junior ballet Toscana: un grande classico del repertorio ottocentesco rivisitato con il linguaggio del neoclassico. Sul palco 18 giovani ballerini danzano sulle coreografie di Fabrizio Monteverde e le musiche di Leo Delibes. Giovedì 23 è la volta di una prima nazionale: debutta «Dos à deux. 2ème act», reinterpretazione dello spettacolo «Dos à deux» che, nel 1988, ha dato il nome alla compagnia parigina. Artur Ribeiro e Andrè Curti portano sul palco la storia di Didi e Gogo, personaggi ispirati all’opera di Beckett «Aspettando Godot». La Metropolis dance company è invece la protagonista della serata di mercoledì 29: con «24 route danza e disabilità» la danza diventa strumento di integrazione tra disabili e non, in uno spettacolo che racconta i gesti della vita quotidiana. Il 6 giugno il festival ospita una delle compagnie italiane più accreditate sulla scena internazionale: la Compagnia Abbondanza/Bertoni con la coreografia «Esecuzioni. Duo d’assoli», una doppia esecuzione di passi e movimenti in parallelo. Martedì 11 giugno un ritorno al repertorio classico con la «Traviata» proposta dalla compagnia Artemis danza mentre il 16 giugno altra prima nazionale con il contact improvisation dello svizzero Urs Stauffer che «Sur les traces de l’ours» ripercorre trent’anni di carriera. Giovedì 20 vanno in scena le coreografie di Mats Ek, uno dei più grandi coreografi viventi, e di Michele Merola interpretate dalla MMCompany; la serata del 25 giugno è riservata a tre coreografe lombarde: Martina Bucci e Serena Marossi, che portano al festival in prima nazionale «Se mi sono incontrata non mi sono vista», e Manuela Bondavalli con lo spettacolo «Exposures». Chiude la rassegna, il 27 giugno, l’hip hop di «Trane», prima nazionale della compagnia Movin’_off_project, ispirato alla vita di John Coltrane. Tutti gli spettacoli vanno in scena alle 21,30 al teatro Sociale, unica eccezione la data del 16 giugno ospitata presso la sede del Csc Anymore in via don Luigi Palazzolo, per informazioni sui costi d’ingresso consultare il sito della manifestazione.

GLI EVENTI COLLATERALI

Si può esplorare e conoscere l’arte e il mondo della danza anche al di fuori dei luoghi canonici ad essa deputata: è questa la filosofia del «Festval danza estate» che anche quest’anno arricchisce il suo calendario con tanti eventi collaterali. Una mostra a cielo aperto, allestita dal 6 maggio al 30 giugno lungo viale Papa Giovanni XXIII, svela ai bergamaschi, attraverso le fotografie di Gianfranco Rota, i back stage delle varie edizioni del festival. Nello stesso periodo presso il Palazzo del Podestà di Piazza Vecchia è ospitata la videoinstallazione «La danza in museo», che mostra i video vincitori del concorso «La danza in un minuto». Inoltre, come da tradizione il Csc Anymore propone, presso la propria sede e con iscrizione obbligatoria, alcuni seminari d’autore: danza contemporanea con Michele Abbondanza il 5 giugno, mentre il 22 e 23 giugno conduce Eugenio De Mello. È invece dedicato all’hip hop il seminario del 9 giugno con The collective.

Info sul sito: www.festivaldanzaestate.it

Scarica il numero completo di maggio!

Attendi..