deSidera Teatro & Territorio 2013

deSidera Teatro & Territorio 2013

 

Si avvicina l'inizio di una nuova edizione di "deSidera", la rassegna dedicata al teatro che ogni anno, in primavera ed estate, propone spettacoli in tutta la provincia.
Giunto ormai all’undicesima edizione, il festival, oltre a mettere in scena numerose produzioni che il territorio bergamasco esprime organizzando nei luoghi più suggestivi dei comuni bergamaschi serate di teatro di grande livello, ospita lavori realizzati da gruppi di livello nazionale e di diverse provenienze in Italia. Per l’edizione 2013 merita certamente una nota la presenza della Compagnia degli Incamminati, fondata da Giovanni Testori, uno dei gruppi teatrali più affermati del panorama italiano che contribuisce con l’Associazione InAtto all’organizzazione di «deSidera» 2013.

GLI SPETTACOLI DI QUEST’ANNO

Il programma di «deSidera» 2013 prevede spettacoli da maggio a settembre, che vanno in scena nei luoghi più suggestivi della provincia perché obiettivo della rassegna è anche quello di promuovere e valorizzare le bellezze del territorio e il suo patrimonio culturale. Al centro degli appuntamenti, come da tradizione, ci saranno i temi umani universali e le «grandi domande della vita», a confermare la vocazione filosofica e di riflessione sul sacro del festival. Tra gli spettacoli in calendario spiccano alcuni titoli, ve ne segnaliamo qualcuno in virtù della qualità di proposta che rappresentano. «La Maria stórta», con la regia di Alberto Salvi di Araucaìma teater, racconta di Maria Benaglia, detta «la pelegrina», una figura realmente esistita: una donna della Valle Brembana che dopo aver ottenuto un «miracolo» dalla Madonna delle Nevi ha girato tutta l’Italia a piedi scalzi in segno di devozione. Un personaggio popolare, in bilico tra la donna di fede e la strega, tra sacro e profano. In scena Matilde Facheris accompagnata dalle musiche di Gino Zambelli.
Un altro progetto interessante è «Il giornale dell’anima», di Paola Bigatto. La filosofa del secolo scorso Hanna Arendt legge le parole del «Papa buono», Giovanni XXIII, e da qui nasce una profonda riflessione sul bene e il male, sull’etica individuale e collettiva. Soggetto di «Genesi», di e con Ferruccio Filippazzi, è invece la creazione: sul come e sul perché della vita, delle cose e del mondo si parla attraverso le storie dell’Antico Testamento. In scena, insieme all’attore e autore dello spettacolo, ci sono anche l’animazione con la sabbia di Massimo Ottoni e la musica al violoncello di Walter Prati.

PRODUZIONI DI ALTA QUALITÀ

Tutti i dettagli relativi al festival si possono trovare sul sito dedicato all’indirizzo www.teatrodesidera.it, in costante aggiornamento, dove è possibile iscriversi alla newsletter. Tra le produzioni di qualità in programma nei prossimi mesi sono da segnalare altri due spettacoli. Il primo, di e con Margehrita Antonelli ed intitolato «Secondo Orfea. Quando l’amore fa miracoli», racconta di una donna sola che instaura una relazione di amore profondo e intenso nei confronti del piccolo figlio dei vicini di casa, Maria e Giuseppe. Di Gesù, il bambino, Orfea si prende cura tutti i giorni e ne segue la crescita con coinvolgimento e passione, dolcezza e fermezza, come una madre.
Da segnalare è anche «Kilometro zero», di e con Pino Petruzzelli, una produzione di Teatro Ipotesi e Teatro Stabile di Genova. Protagonista è un «uomo artigiano» che sceglie di ripartire attraverso un diverso modo di intendere il lavoro e la vita. Così nel suo ristorante, tra monti, pini, neve e valanghe, propone solo ricette a chilometro zero. Ma come è arrivato lassù? E perché proprio lì ha voluto il suo ristorante così fuori dall’ordinario? In scena l’Odissea di un uomo di oggi, una vita segnata da stop e ripartenze.

Info sul sito: www.teatrodesidera.it

Scarica il numero completo di aprile!

Attendi..